Skip to main content

VIRGINIO MEROLA A PSICORADIO

Incontro con il sindaco di Bologna

🔊 Puntata 225


VIRGINIO MEROLA A PSICORADIO



Il sindaco Virginio Merola a Psicoradio: “I sindaci d’Italia devono chiedere una legge per il diritto di cittadinanza di chi nasce e vive in Italia. E voto alle amministrative per i migranti”

 

E poi fotografie, poesie, musica: i regali di Psicoradio al suo pubblico.

 

Psicoradio intervista il sindaco di Bologna Virginio Merola sugli episodi di razzismo di questi ultimi giorni. Non si è trattato infatti di “gesti difollia”, come qualche giornale ha scritto, e come qualche politico ha ribadito, (per esempio Matteo Salvini da Gad Lerner, che ha anche aggiunto “ Li rinchiuderei in manicomio e fonderei la serratura.”)

 

 

Merola ha invece lanciato un appello ai sindaci d’Italia “Un sindaco può e deve fare molto: innanzitutto sostenere la necessità di una legge che dia il diritto di cittadinanza ai nati e cresciuti qui. Ci sono tanti giovani che crescono qui e studiano fino ai 18 anni insieme ai nati in Italia e poi scoprono improvvisamente che devono chiedere il permesso di soggiorno, se vogliono chiedere di rimanere qui, come cittadini stranieri. E’ una vergogna intollerabile e tutti i sindaci d’Italia devono chiedere, assieme al presidente Napolitano che il parlamento approvi una legge per questo diritto di cittadinanza. Assieme a questa legge è necessario che ci sia il voto alle amministrative per i migranti . Bologna deve molto a questi persone per il reddito che producono, per quanto danno alla nostra comunità e alle nostre imprese, e dobbiamo lavorare molto per sconfiggere lefalsità e le cattiva informazioni. Non è vero che i migranti siano dei privilegiati, non tolgono la casa a nessuno, la casa la toglie un governo che adesso sembra scomparso, ma che in questi anni ha tolto i fondi perla casa.”

La puntata continua con i regali che la redazione fa ai propri ascoltatori. “Posso scrivere i versi piu’ tristi questa notte…” recita Massimo prendendo in prestito i versi di Neruda; e Rama dedica un rap che dice ”Non so chi sono, e mi spavento a scoprirlo; vorrei che fosse oggi in un attimo già domani, perché sarà migliore, e io sarò migliore come un bel film che lascia tutti senza parole “. E un nuovo redattore ci culla cantando con una vecchia canzone natalizia.

|