Skip to main content

Le meraviglie di Francobeat e i carnevali di Bobo Rondelli

Due interviste a due cantautori italiani dall’approccio poetico e narrativo originale

🔊 Puntata 887


Le meraviglie di Francobeat e i carnevali di Bobo Rondelli

Bobo Rondelli sulla copertina dell'album Come i carnevali

In un’unica puntata riproponiamo le interviste che la redazione di Psicoradio ha realizzato qualche anno fa con i cantautori Bobo Rondelli e Francobeat negli studi di Radio Città del Capo di Bologna, in diretta, nell’ambito del programma Maps condotto da Francesco Locane.

Durante l’intervista Bobo Rondelli suona e canta alcuni brani dell’album “Come i carnevali”, compreso un pezzo dedicato proprio all’Emanuel Carnevali cui allude il titolo: un poeta e narratore vissuto nella prima metà del Novecento, molto amato da tanti artisti, scrittori e cantautori, italiani ma non solo. Rondelli discute con i redattori di Psicoradio di diversi temi tra i quali il rapporto con la famiglia e soprattutto con il padre, l’ego e diversi altri aspetti, con un tono particolarmente ironico ed istrionico, tra il serio ed il faceto. Una chiacchierata divertente, appassionata ed interessante.

ll cantautore e polistrumentista Franco Naddei, in arte Francobeat, parla invece dell’album “Radici”, nato in collaborazione con gli utenti della residenza psichiatrica “Le Radici” di San Savino, sulle colline di Riccione, che hanno scritto per lui le brillanti parole delle canzoni: Non ho toccato una virgola dei testi che mi hanno mandato”, racconta Francobeat. “Avevo di fronte un patrimonio poetico da cui volevo essere invaso. Volevo mettermi in bocca quelle parole, quelle immagini così surreali, taglienti, amaramente gioiose, scritte da gente pronta a barattare, in qualsiasi momento, una strofa felice per una sigaretta.”

|