Skip to main content

MARAT E SADE CONDANNATI ALL’OPG

‘’Cercherò di violentare Charlotte Corday…’’

🔊 Puntata 357


MARAT E SADE CONDANNATI ALL’OPG

Clicca qui per ascoltare la puntata 

Psicoradio è andata alle prove dello spettacolo teatrale “Marat/Sade”, diretto da Nanni Garella con la compagnia Arte e Salute e con Laura Marinoni.

Per questo nuovo spettacolo Garella ha scelto di lavorare su un classico dell’avanguardia teatrale del secondo Novecento, “La persecuzione e l’assassinio di Jean-Paul Marat”,(1964) di Peter Weiss poi anche prodotto per il cinema da Peter Brook nel 1967.

Nel testo di Weiss la morte di Jean-Paul Marat vengono messi in scena dagli internati del manicomio di Charenton, dove il marchese de Sade venne realmente rinchiuso tra il 1801 e il 1814, e che nell’opera diventa regista della pièce stessa. Questo “teatro nel teatro” tocca diversi temi:, la follia, la libertà, l’esclusione, la cura, il teatro, l’inserimento nella società e nel lavoro.

Nello spettacolo di Nanni Garella l’azione viene ricollocata ai nostri giorni, in uno di quegli OPG, (Ospedali Psichiatrici Giudiziari) che, ufficialmente aboliti, “chiusi ma aperti”, costituiscono ancora oggi una piaga del sistema penitenziario italiano.
“Marat – Sade” sarà all’Arena del Sole di Bologna dal 15 al 26 Ottobre e al Teatro delle Passioni di Modena dal 18 al 30 Novembre. Arte e Salute onlus è una associazione nata nel 1999 a Bologna con lo scopo di coniugare il lavoro nel campo della salute mentale con quello artistico e comunicativo. Attualmente gestisce Psicoradio, e tre compagnie teatrali che hanno messo in scena autori importanti come Shakespeare, Pirandello e Pinter. Per questa attività Arte e Salute onlus ha vinto importanti premi nazionali, come l’UBU per il teatro, e il Premio nazionale Marconi per la radio.

In questa  puntata parleremo anche di “Attaccàti al tram della salute mentale”, una iniziativa che si terrà il 10 ottobre Milano in occasione della giornata mondiale della salute mentale. Quel giorno su un tram ATM che effettua le normali fermate nel centro della città chi sale ascolterà musica e informazioni sulla salute mentale dalle associazioni di utenti e operatori “Fare Insieme”

|