Skip to main content

LOUISE BOURGEOIS

”… Il mio lavoro riguarda la fragilità del vivere … esorcizzare i demoni che mi inseguono dall’infanzia”

🔊 Puntata 422


LOUISE BOURGEOIS

“… Il mio lavoro riguarda la fragilità del vivere … esorcizzare i demoni che mi inseguono dall’infanzia”.

“Il mio lavoro è l’opera di ricostruzione di me stessa e trova origine nella mia infanzia… il mio lavoro riguarda la fragilità del vivere, la difficoltà di amare ed essere amati… Esorcizzare i demoni che inseguono fin dall’infanzia. Una volta terminata la scultura sento che ha eliminato l’ansia che provavo”.

Psicoradio ha una novità: una rubrica che riguarda l’arte, soprattutto quando incrocia il mondo della psiche (sempre!).

In questa puntata si parla della scultrice Louise Bourgoise e dei temi predominanti delle sue opere: l’infanzia, il rapporto madre e figlia, figlia-padre, la sessualità, la famiglia e la solitudine.
Psicoradio ne parla attraverso alcune riflessioni della scultrice.

 

 

Una Stella con-meta. Recovery star: un metodo d’aiuto per il percorso verso la guarigione

La Recovery star e’ un metodo d’aiuto per il percorso verso la guarigione delle persone che, causa una malattia psichica, un lutto o altro trauma non sono più riusciti a vivere il proprio quotidiano.

Il dottor Michele Filippi, psichiatra, Giuliana e Giovanni, utenti ed esperti per esperienza ne hanno parlato alla redazione. La Recovery star e’ un metodo pratico che usa il disegno di una stella a dieci punte come ” strumento visivo”su cui l’utente deve lavorare. Ogni punta della stella rappresenta un’area della vita: gestione di se, igiene personale, reti sociali, lavoro, ecc…

La persona decide, prima con l’aiuto di un operatore, poi a mano a mano in autonomia, quale obbiettivo e’ più’ importante raggiungere per migliorare la propria esistenza. Per esempio: una persona che vuole migliorare i propri rapporti interpersonali avrà come meta da raggiungere la punta della stella relativa a ” reti sociali”. Partendo dal centro della stella , passo dopo passo andrà a lavorare su quei blocchi che le impediscono di avere buone relazioni, quando raggiungerà la punta avrà raggiunto la meta prefissata. E così per tutte le altre aree della vita.

“La Recovery Star e’ un metodo che può essere insegnato da operatore a utente , ma anche da utente a utente” – ci ricordano Giuliana e Giovanni. Mentre il dottor Filippi sottolinea di come la Recovery star responsabilizzi le persone a lavorare per il proprio cambiamento, perché – conclude lo psichiatra- il giorno che non ci saranno più operatori a seguirti o non ci sarà più il partner, dovrai essere tu a curare te stesso, anche nei piccoli gesti giornalieri.

|

Articoli Correlati