• default color
  • blue color
  • orange color
  • green color
CPanel

Psicoradio - la radio della mente

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie

Notizie

Buone notizie! Chiuso anche l'OPG di Aversa

Franco Corleone il commissario del governo che deve vigilare sull'attuazione della legge che poneva come termine della chiusura definitiva degli Opg il 31 marzo 2015, ha dato la notizia ai microfoni di Psicoradio.

Il commissario ha preparato una relazione per il governo, dove, oltre a fare il quadro della attuazione della legge, individua anche alcuni nodi critici nella gestione delle REMS, le nuove “residenze” che hanno sostituito gli OPG. Una fra tutte: ci sono oggi un centinaio di persone che aspettano di essere inserite nelle Rems, ma che non trovano posto. Infatti attualmente i posti disponibili non sono sufficienti a coprire il fabbisogno del circuito penale.

Le Rems andrebbero utilizzate solo come extrema ratio, afferma Corleone, ma dai dati emerge una differenza notevole da regione a regione tra le decisioni dei giudici. In alcune regioni infatti l’invio alle REMS è molto più frequente che in altre. Franco Corleone ha discusso con Psicoradio molti altre questioni importanti, come quella degli strumenti di riabilitazione, della formazione e della contenzione. Per ascoltare l’intervista completa sintonizzatevi sulle prossime puntate di psioradio!

 

IL MANIFESTO DEL PREGIUDIZIO

In questi giorni Bologna è popolata da moltissimi manifesti che pubblicizzano lo spettacolo “Psychiatric Circus”, che aprirà tra poco. Esibiscono un mostro con maschera da pagliaccio, una specie di Frankestein legato dentro ad un camice sanguinante.
Ovviamente senza nessuna intenzione di censura verso uno spettacolo che non abbiamo ancora visto, non possiamo non commentare il manifesto, che ha offeso molti redattori.
Quel manifesto è tecnicamente una comunicazione sbagliata, oltre che cattiva.
E’ sbagliata innanzitutto perché veicola messaggi falsi, associando visivamente l’ambiente psichiatrico, la malattia, con la violenza, con il terrore.
I dati (della Polizia, dei centri Antiviolenza, ecc.) ci dicono da tempo che le persone con una sofferenza psichica non sono affatto le più pericolose: anzi, in testa alle classifiche delle categorie pericolose ed omicide c’è quella dei mariti, fidanzati ed ex partner…che ogni anno anche in Italia uccidono più o meno una donna ogni tre giorni,
Quella comunicazione è cattiva perchè fa  male a persone già colpite dalla malattia; rafforza pregiudizi, immaginari di terrore e demenza legati alla sofferenza psichica che non facilitano certo la vita di chi già in difficoltà.
Ma oltre alla sofferenza il pregiudizio provoca un altro effetto molto grave. Quello di rendere più difficili le diagnosi precoci dei disturbi, perché le persone hanno paura di essere etichettate come “matti” se si recano dallo psichiatra. Così il disturbo avanza, i danni crescono, ci si isola, si comincia a  restare indietro a scuola,  al lavoro, a perdere terreno e amici – ed avanza lo spettro della solitudine.

Insomma, magari le intenzioni non sono cattive, ce lo auguriamo, magari lo spettacolo andrà in tutt’altra direzione, ma quel manifesto è proprio brutto: “antico”, superficiale, e lui sì pericoloso.

 

NEWS: Andrea, forse strangolato, forse morto di paura durante un Tso

Clicca qui per ascoltare la puntata

Andrea non ha mai fatto male a nessuno” ricorda la sorella di Andrea Soldi, un uomo di 45 anni che il 5 agosto a Torino è morto mentre si opponeva ad un Trattamento Sanitario Obbligatorio.

Psicoradio ha raccolto dal Corriere della sera on line una bellissima intervista alla sorella di Andrea, Cristina Soldi.

Un’amica di Andrea, che dice di avere assistito al TSO, ha raccontato così a Repubblica quei minuti: “Uno gli è andato dietro, l’ha preso per il collo, finché è diventato nero. La lingua gli usciva dalla bocca. Dopo qualche minuto è caduto giù, buttato giù vicino alla panchina. Gli hanno messo le mani col braccialetto [manette], come si mette per la galera. È arrivata l’ambulanza, e l’hanno messo a faccia in giù.”

Qualche giorno fa è arrivata al procuratore Raffaele Guariniello l’esito della perizia medica: Andrea è morto per “strangolamento atipico”, è deceduto per “morte violenta”.

Secondo il medico legale sono stati determinanti “la compressione delle strutture vascolo nervose del collo, l’ammanettamento quando lui era già in stato di incoscienza e il trasporto, che hanno peggiorato il quadro clinico impedendo una ventilazione efficace o il mantenimento della maschera d’ossigeno, e di conseguenza la ripresa di coscienza”.

Dunque, secondo il medico legale Andrea è stato ucciso dal modo in cui è stato eseguito il TSO, e poi dalle manette quando era già privo di coscienza, e dalla mancanza di un intervento per rianimarlo. Restano indagati per omicidio colposo i tre agenti della polizia municipale e lo psichiatra che aveva autorizzato il TSO.

Leggi tutto...
 

VAI AL 90!

Fino a qualche decennio fa "vai al 90!", a Bologna, significava mandare qualcuno in manicomio: il manicomio Roncati, in via S.Isaia 90.

Giovedì 2 luglio, alle 19.30, Psicoradio, assieme all’autrice Elisa Montanari, presenta il libro "Sant'Isaia 90, Cent'anni di follia a Bologna" presso le Serre dei Giardini Margherita, via Castiglione 134, Bologna.

 


Leggi tutto...
 

Psicoappuntamenti

Spettacolo: Fantasmi
di Luigi Pirandello, con la regia di Nanni Garella e gli attori della compagnia Arte e Salute.
Quando: da martedì 14 febbraio a domenica 26 febbraio 2017
Dove: all‘Arena Del Sole di Via Indipendenza 44, Bologna.

--

Visioni: Gli adolescenti nel cinema
un ciclo di film e conferenze a ingresso gratuito organizzato dallo Spazio Giovani dell’ Azienda Usl di Bologna e dal Servizio Educativo Scolastico Territoriale del Quartiere S. Stefano, in collaborazione con L’Associazione Verba Manent. La rassegna vuole offrire spunti e stimoli di riflessione sul mondo complesso dell’adolescenza, attraverso la visione di film d’autore commentati, al termine di ogni proiezione, da esperti di varie discipline.
Quando: ogni martedì di febbraio, alle 20.15
Dove: al Cinema Antoniano, via Guinizelli 3, Bologna
Calendario della rassegna:
martedì 28 Il Bacio di Ivan Cotroneo

 

 

5X1000

Dona il 5x1000 a Psicoradio!

Inserendo il nome "Arte e Salute onlus" codice fiscale 02049631209 nello spazio dedicato alle associazioni non lucrative.


ASCOLTA PSICORADIO

BOLOGNA Radio Città del Capo - domenica alle 13.15 e replica mercoledì alle 20.30

MILANO Radio Popolare - martedì alle 21.30

ROMA Radio Popolare - lunedì alle 10.30

LECCE Radio Popolare Salento - giovedì alle 17.00

VERONA Radio Popolare - lunedì alle 9.30

TORINO Radio Flash - giovedì alle 15.00 e alle 20.00

BOLZANO Radio Tandem - giovedì alle 10.35

ROCCELLA IONICA Radio Roccella - lunedì alle 11.00

CUNEO Radio Beckwith - venerdì alle 7. 00 e domenica alle 21

--