• default color
  • blue color
  • orange color
  • green color
CPanel

Psicoradio - la radio della mente

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

Programmi



Quanta insicurezza dal decreto sicurezza

Maisto: il decreto ostacola il diritto alla cura


Anche alla luce del delitto di Torino - l’assassinio di Stefano Leo da parte di Said Machaouat, reo confesso - in questa puntata ci occupiamo delle ripercussioni che il Decreto Sicurezza rischia di avere sulla salute, anche mentale, dei migranti. 
La Sezione Regionale Emilia-Romagna della Società Italiana di Psicoterapia Medica (SIPM) ha emesso un comunicato “sulla salute dei migranti: denuncia della difficoltà di accesso al diritto di cura.”
Un elemento molto frequente che si riscontra nella cura dei migranti sono condizioni post-traumatiche. “Con questo provvedimento di legge – scrive la SIPM - prevediamo che l’esposizione a situazioni di esclusione e marginalizzazione rappresenteranno possibili concause di una nuova traumatizzazione, che favorirà condizioni di malessere psicologico più gravi e invalidanti”. Ne parliamo con Roberto Maisto, psichiatra che da molto tempo si occupa di questi temi e che ha contribuito alla denuncia della SIPM.

Leggi tutto...
 

Tempo di paure

Continua il viaggio di Psicoradio nel mondo delle paure


“Gestire il fenomeno migratorio come una pura questione di ordine pubblico è segno di pericolosa miopia. (…) Non siamo disposti a vedere una parte dell’Italia abbracciare xenofobia e razzismo.” A dirlo sono più di 600 psicoanalisti della SPI (Società Psicoanalitica Italiana). In una lettera aperta al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, gli esperti esprimono il loro dissenso di fronte alla recente approvazione del Decreto sicurezza, che, dicono: “rende impossibile l’integrazione dei migranti in Italia, esponendoli ancora una volta al rischio di umiliazioni e sofferenze psichiche profonde e disumane. Non riconoscere più il permesso di soggiorno per motivi umanitari è disumano!”

Leggi tutto...
 

La paura è come l'acqua

Bologna si prende cura


“Penso che sia un po’ in questo momento la paura di tutti i giovani: quella di vedere il frutto del proprio lavoro mai realizzato. Perché si passano tanti anni a studiare, si fanno tanti sacrifici, per raggiungere un obiettivo e, nel momento in cui non si vede realizzato, si iniziano anche a perdere le speranze.”

Questa è una delle tante testimonianze che abbiamo raccolto nel cuore di Bologna, tra Piazza Maggiore e il Nettuno, davanti a Palazzo Re Enzo, durante la tre giorni dedicata al welfare, Bologna si prende cura, di cui Psicoradio era media partner. I redattori hanno chiesto ai passanti di raccontare la loro paura più grande. E proprio al tema della paura Psicoradio dedica un ciclo di puntate che sviscereranno l’argomento da diversi punti di vista. Umberto Galimberti, nel suo Dizionario di psicologia, definisce così il termine paura: “Emozione primaria di difesa, provocata da una situazione di pericolo che può essere reale, anticipata dalla previsione, evocata dal ricordo o prodotta dalla fantasia."

Leggi tutto...
 

B. o il ricordo di un'infanzia

Come sta oggi quella bambina scalza


B. è stata una redattrice “storica” di Psicoradio. Oggi, per la rubrica “Interviste interiori” ha accettato di raccontarci un periodo lontano e difficile della sua vita: i suoi primi sette anni, vissuti in un orfanotrofio del Brasile. Poi è venuta in Italia, a vivere con la famiglia che l’aveva adottata. Le abbiamo chiesto come ripensa a quel periodo della sua vita, per tanti motivi così doloroso. “L’ho ignorato per tanti anni; viene fuori adesso perché credo che le cose da affrontare più le rimandi, più ti tornano indietro. Come un boomerang: puoi lanciarlo più lontano che puoi, ma prima o poi ti ritorna”.

Il viaggio nel passato inizia con l’immagine di lei, una piccola bambina in un grande orfanatrofio: “Ricordo questa bambina che girava scalza, perennemente in mutande (…) non avevo nulla di mio, non un giocattolo, una stanza, una sedia. Ogni vestito che indossavo era stato portato prima da qualcuno, e sarebbe passato a qualcun altro".

 

Leggi tutto...
 

Ovunque proteggimi

La storia di due solitudini non volute


Il film di Bonifacio Angius, Ovunque proteggimi, vincitore del premio come miglior film al festival Visioni Italiane di Bologna, racconta la storia di Alessandro e Francesca, che si incontrano durante un avvenimento spiacevole come il TSO (trattamento sanitario obbligatorio) e intraprendono un viaggio fisico e mentale rivelando le loro fragilità ma anche un senso di vicinanza e la possibilità di riscattarsi.
“Il film racconta la storia di due solitudini non volute”, racconta il regista. Lui è un cantante di musica folk sassarese che ha perso la gioia del suo lavoro e, in un momento di crisi, subisce un TSO, lei una madre a cui è stato tolto il figlio e conduce una vita di macerie. Da questo incontro nasce un forte legame, e Alessandro diventa quasi l'angelo custode di Francesca. Inizia così il film e il viaggio dei due verso una ribellione alle regole della società.

 

Leggi tutto...
 
JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Psicoappuntamenti

Psicoradio Live!

L'ultimo mercoledì di ogni mese siamo in diretta su Radio Città del Capo Bologna. Segnatelo sull'agenda: un tema diverso ogni mese live con Psicoradio.

--

Incontri: Simona Vinci

Quanta paura può provare una bambina che incontra una creatura d’acqua scura che somiglia al lupo di Cappuccetto Rosso? Simona Vinci presenterà alcuni passaggi del suo ultimo libro “Mai più sola nel bosco”.

Quando: martedi 9 Aprile alle ore 20.30

Dove: alle Torri dell’acqua in Via Benni 1, Budrio.

L’ingresso è libero.

 

--

 

Spettacolo: A piacer vostro

Uno spettacolo teatrale di William Shakespeare, nell’adattamento del regista Nanni Garella, che reciterà insieme agli attori della compagnia Arte e Salute e altri attori professionisti.

Quando: dal 2 al 17 aprile

Dove: Arena del Sole di Bologna

 

Quando: dal 4 al 19 maggio

Dove: Teatro delle Passioni di Modena.

 

 

5X1000

Dona il 5x1000 a Psicoradio!

Inserendo il nome "Arte e Salute onlus" codice fiscale 02049631209 nello spazio dedicato alle associazioni non lucrative.


ASCOLTA PSICORADIO

BOLOGNA Radio Città del Capo - domenica alle 13.15 e replica mercoledì alle 20.30

MILANO Radio Popolare - mercoledì alle 21.30

ROMA Radio Popolare - lunedì alle 10.30

LECCE Radio Popolare Salento - giovedì alle 17.00

TORINO Radio Flash - giovedì alle 15.00 e replica alle 20.00

BOLZANO Radio Tandem - giovedì alle 10.35

ROCCELLA IONICA Radio Roccella - lunedì alle 11.00

CUNEO Radio Beckwith - venerdì alle 7. 00 e replica domenica alle 21

MESSINA Radio Street Messina - martedì e replica giovedì alle 11.00

--