• default color
  • blue color
  • orange color
  • green color
CPanel

Psicoradio - la radio della mente

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

Le voci di Amelie Nothomb


Clicca qui per ascoltare la puntata

“Sì, anch’io sento le voci. Le ho cominciate a sentire da adolescente, erano molto diverse una dall’altra, e non è stato facile mantenere una personalità unitaria con queste voci divergenti” A.N.

Questa puntata di Psicoradio presenta una protagonista eccezionale: la scrittrice belga Amelie Nothomb, intervistata sui temi della psiche, quelli che popolano i suoi libri. A Psicoradio Amelie ha fatto dichiarazioni belle e fuori dal comune: come la tranquilla ammissione di sentire le voci, e di credere molto nella possibilità di comunicare con gli spiriti dei morti. E ci ha regalato una splendida definizione di follia. “È come il vento: immateriale, eppure presente; può essere pericoloso, oppure amico”.

Amelie Nothomb è una scrittrice sia di nicchia che di grande successo. Ogni suo nuovo libro balza ai vertici delle classifiche, è tradotta in trenta paesi, eppure non è un nome noto al grande pubblico. Le sue opere parlano spesso di gorghi della psiche: dell’anoressia per esempio, in Biografia della fame, o della fatica di vivere, quando si precipita “dalle stelle alle stalle", com'è successo a lei che, assunta come traduttrice in una enorme azienda giapponese, finisce a lavare le toilettes. Un'esperienza durissima, raccontata nel libro Stupore e tremori, che ha ricevuto il Grand Prix du Roman dell'Académie française. La sua scrittura non è però cupa: il suo registro è anzi spesso ironico, tagliente, leggero. Amelie è un'acuta osservatrice delle dinamiche interpersonali, e leggerla equivale spesso a riconoscere qualche moto della psiche.

CURIOSITÀ:

Amelie Nothomb è nata in Giappone (“A due anni e mezzo essere giapponese significava vivere nel cuore della bellezza e dell'adorazione”). Il lavoro del padre, diplomatico, la costringe sempre a essere “straniera in terra straniera”: Pechino, New York, il Bangladesh, la Birmania, il Laos.
In quegli anni, però, Amelie esplora ben altri paesi: la grafomania, l’alcolismo, l’anoressia: “Tra i 15 e i 17 anni smisi di mangiare. Il corpo sparisce poco a poco, assieme all’anima. Nell’anoressia scivoli senza accorgertene. Poi, quando finalmente acquisti coscienza, credi che sarà un’esperienza. Ma non è così. Perché la sensazione che segue è che non ne uscirai mai. È una prigione in cui si muore. Cerchi i mezzi intellettuali per liberartene, ma non vedi alcuna via d’uscita. È spaventoso. Io mi sono salvata per miracolo, grazie alla scrittura. Sono una prova vivente, per le anoressiche, che in qualche modo se ne può uscire".
Né di Adamo né di Eva, il suo ultimo libro, racconta la storia del ritorno in Giappone della scrittrice belga all'età di vent'anni (dopo un'assenza che durava da quando, a 5 anni, si era trasferita a Pechino con la famiglia) e della successiva fuga dal Paese e da un amore perfetto. Una scelta per cui la Nothomb assicura di non avere "nessun rimpianto, né per l'uomo perfetto, né per il Giappone, che è un amore impossibile".

 

Psicoappuntamenti

Spettacolo: Fantasmi di Luigi Pirandello. Adattamento e regia di Nanni Garella.
Opera incompiuta pubblicata nel 1931, “Fantasmi” è il primo atto de “I giganti della Montagna”: Garella assume il testo come terreno fertile su cui sviluppare il suo ormai consolidato metodo di lavoro con gli attori di Arte e Salute.
Dove: La Compagnia Teatro di Prosa di Arte e Salute Associazione Arte e Salute onlus sarà di scena al Teatro delle Passioni di Modena Teatro Storchi / Teatro delle Passioni
Quando: dal 21 novembre al 3 dicembre

--

Spettacolo: In cerca di Alice
una collaborazione tra l’associazione Arte e Salute ONLUS e La Baracca-Testoni Ragazzi, per la regia di Valeria Frabetti e Daniela Micioni.
Dove: Teatro Testoni Ragazzi a Bologna
Quando: 26 novembre alle 16.30 giornata aperta a tutti
27, 28, 29 novembre giornata riservata alle scuole.

--

 

Proiezione: Ma l'amore c'entra
di Elisabetta Lodoli. Il documentario viene proiettato in collaborazione con la Cineteca di Bologna.
Quando: lunedì 11 dicembre alle 20
Dove: Mast di Bologna.

5X1000

Dona il 5x1000 a Psicoradio!

Inserendo il nome "Arte e Salute onlus" codice fiscale 02049631209 nello spazio dedicato alle associazioni non lucrative.


ASCOLTA PSICORADIO

BOLOGNA Radio Città del Capo - domenica alle 13.15 e replica mercoledì alle 20.30

MILANO Radio Popolare - martedì alle 21.30

ROMA Radio Popolare - lunedì alle 10.30

LECCE Radio Popolare Salento - giovedì alle 17.00

VERONA Radio Popolare - lunedì alle 9.30

TORINO Radio Flash - giovedì alle 15.00 e alle 20.00

BOLZANO Radio Tandem - giovedì alle 10.35

ROCCELLA IONICA Radio Roccella - lunedì alle 11.00

CUNEO Radio Beckwith - venerdì alle 7. 00 e domenica alle 21

--