L’arte è un modo per rendere bello qualcosa di diverso
Una puntata dedicata al V Festival dell’arte irregolare
🔊 Puntata 715

Questa puntata è dedicata al V Festival dell’arte irregolare, l’evento che celebra gli artisti dalla creatività “differente” e che si è svolto a Bologna, dal 2 al 4 ottobre 2020. Il festival è organizzato dal Dipartimento di Salute Mentale di Bologna e dal Comitato Nobel per i Disabili.

A causa del Covid 19 l’edizione di quest’anno è stata interamente online, sul sito www.festivalarteirregolare.it , con film, interventi di critici, esperti d’arte e con la partecipazione di numerosi artisti, atelier e associazioni. Psicoradio è tra i partner promotori dell’evento, con una sezione sul sito del festival dedicata ai tanti programmi sull’arte che negli anni abbiamo realizzato

Nella puntata di questa settimana abbiamo intervistato Cinzia Lenzi, una delle ideatrici e organizzatrici del festival, Concetta Pietrobattista, coordinatrice del Collettivo artisti irregolari bolognesi, e abbiamo incontrato nel suo atelier di Via Fondazza Mackenzie, artista irregolare che con oggetti di recupero, costruisce opere d’arte, “i suoi scarabattoli”, che trasporta su ruote per le strade di Bologna.

“È una soddisfazione impagabile portare in giro per i portici di Bologna i miei scarabattoli, sono loro che mi chiedono di muoversi” dice l’artista e aggiunge: “La libertà è la mia musa ispiratrice (…) e l’arte è un modo per rendere bello qualcosa di diverso”. Le creazioni di Mackenzie sono sempre in continua evoluzione; ha persino ricomprato un’opera che aveva venduto perché “non gli piaceva e voleva risistemarla”. Al festival ha presentato “Lady Covid medico della peste 2.0 2.0”.

Tutti i contenuti del festival sul sito resteranno fruibili sulla piattaforma. Si potrà ammirare la Mostra che non c’è, ascoltare gli interventi di esperti di Outsider Art come Giorgio Bedoni ed Eva Di Stefano; seguire Francesca Renda che ci accompagna nelle vie del Pratello, storico quartiere di Bologna, alla scoperta dell’artista Roberto Mastai; emozionarsi con lo spettacolo del Teatro di Camelot che ripercorre la storia del Primo miracolo di Gesù Bambino del Mistero Buffo di Dario Fo. Gli atelier più famosi mostreranno il loro lavoro.