IL PADRE EVAPORATO NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE
Un viaggio Psi da Lacan ad Alice
🔊 Puntata 519



 

 

“Noi siamo nel tempo in cui i figli devono poter scrivere il loro futuro e il loro desiderio, e non aspettarsi più che il padre arrivi, come Telemaco che attendeva che il padre Ulisse tornasse vittorioso a riportare la legge”.
Con queste parole il noto psicoanalista Massimo Recalcati, autore di molti libri, conclude l’intervista rilasciata a Psicoradio sul concetto lacaniano di “evaporazione del padre”, tema di questa puntata. Ma cosa si intende quando si dice che un padre è “evaporato”?

 

“Lacan ne parla all’indomani della contestazione del ’68” spiega Massimo Recalcati “che ha messo in primo piano il diritto di parola dei figli, che non sono più disposti a fare orientare la propria vita dai principi di autorità, dalla legge della tradizione, dal padre padrone che orienta la vita individuale e collettiva.”
Sul tema dell’evaporazione del padre e in generale del rapporto con il paterno si sono confrontati alcuni redattori di Psicoradio. “Io mio padre l’ho divorato ma non l’ho metabolizzato” dice Morena, “per me mio padre era ed è ancora nutrimento, carne, sessualità, il potere sadomasochista. Sono molto lontana dalla sua evaporazione!” Paolo racconta un’esperienza diversa: “io non ho aspettato il ritorno del padre, come Telemaco, ma abbiamo fatto due percorsi completamente autonomi.”
Secondo la direttrice di Psicoradio, Cristina Lasagni, “una delle funzioni più importanti dei padri è quella di porre dei limiti perché il limite serve anche ad essere trasgredito, aiuta a definire i propri desideri, la propria identità.”

 

Nel seguito della puntata Psicoradio entra nel mondo delle meraviglie e intervista Alice. “Come Alice cammino nel mondo della fantasia, non ho avuto il tempo di farlo da piccola. Da piccola mi hanno sempre dato compiti da grande, così recita una frase dello spettacolo ispirata alla mia storia personale. Io sono stata genitore dei miei genitori.” Così esordisce ai microfoni di Psicoradio Elisa che, con la compagnia Arte e Salute Ragazzi, interpreta Alice al Teatro Testoni ragazzi nello spettacolo “In cerca di Alice”. Lo spettacolo nasce da una collaborazione tra l’associazione Arte e Salute ONLUS e La Baracca-Testoni Ragazzi, per la regia di Valeria Frabetti e Daniela Micioni.