PAZIENTE CERCA LAVORO
Roberto Mezzina, psichiatra presso il Dipartimento di Salute Mentale di Trieste indaga come i pazienti psichiatrici accedono al mondo dell’occupazione
🔊 Puntata 241



Roberto Mezzina, psichiatra presso il Dipartimento di Salute Mentale di Trieste, è autore di una ricerca nazionale: PIL (Per l’Inserimento al Lavoro), che indaga come i pazienti psichiatrici accedono al mondo dell’occupazione. La ricerca PIL è iniziata nel 2008 e ha coperto 19 regioni e 2 province; a questa ricerca Psicoradio dedica la puntata 241.

 

Dalla ricerca appare che quasi tutti i DSM  propongono ai loro utenti un “cuscinetto” propedeutico al mondo del lavoro, anche se non tutti i DSM la concepiscono nello stesso modo o dimostrano la stessa sensibilità. In Emilia-Romagna e in  altre regioni questa risorsa si chiama  borsa lavoro, è pagata dall’AUSL e, a Bologna, consiste di 3,10 euro all’ora. La borsa lavoro vuole essere un percorso di inserimento al lavoro, ed anche  un miglioramento della qualità di vita a livello terapeutico, sociale ed  economico. Sempre riferendosi alla ricerca, Mezzina sottolinea che sono soprattutto le Cooperative Sociali a proporre una borsa lavoro efficace e anche alcune assunzioni.Rimane il fatto che la domanda di lavoro è molto alta rispetto all’ offerta e l’inserimento lavorativo rimane un problema aperto per tante persone.

Per gli Psicoappuntamenti, segnaliamo sabato 21 aprile la giornata Stravaganza, organizzata dall’ Istituto di Psicoanalisi Erich Fromm di Bologna.

 

Ore 16 Tavola Rotonda: “L’arte della follia” ovvero “La stranezza della creatività.” Museo”Santa Maria della Vita”, Via Clavature 8, Bologna. La tavola rotonda è coordinata da Giuseppe Ferrari, Direttore dell’Istituto Erich Fromm di Psicoanalisi di Bologna Partecipano Dacia Maraini, Giovanni De Plato, Stefano Ferrari, Elena Bruni, Claudio Misculin.

 

Ore21 “Stravaganza” Spettacolo teatrale dell’Accademia della Follia, testi di Dacia Maraini regia di Claudio Misculin,   Teatri di Vita,  Bologna – www.teatridivita.it

 

Stravaganza è un’opera scritta da Dacia Maraini, che l’autrice ha affidato all’Accademia della Follia di Trieste, compagnia di attori-pazienti guidata da Claudio Misculin. Cinque malati di mente internati in un manicomio si tengono compagnia, si raccontano, si amano, litigano, ridono di sé e degli altri. Un giorno vengono a sapere che è stata votata la legge Basaglia: da domani tutti a casa! L’ospedale chiude. Ma dove andare?