Compagni di lotta

Madri e figli affrontano la sofferenza psichica

Clicca qui per ascoltare la puntata

 

 

 

Puntata 219

Psicoradio torna a parlare di come il disturbo psichico modifica i rapporti in famiglia: due mamme raccontano come stanno affrontando la sofferenza psichica dei figli. S. racconta alla redazione la paura legata ai momenti in cui Nicolas mostra un comportamento che lei non riconosce, la paura di non riuscire più a comunicare con lui. E però, riferendosi alla propria esperienza, si dissocia completamente dallo stigma che vede nelle persone schizofreniche soggetti pericolosi. “L’affetto che ho ricevuto dai compagni e dalle compagne di lotta di mio figlio non l’ho mai ricevuto da persone normali. Non dobbiamo avere paura della malattia, e dobbiamo ricordarci che loro non sono la malattia..”

 

 

F. invece parla dell’importanza della diagnosi anche per la famiglia e non solo per il paziente.

 

“Quando la diagnosi è stata finalmente pronunciata, è stato un sollievo per tutti noi. Non dire mai il nome della tua sofferenza, la rende qualcosa di innominabile. Mio figlio, quando ha potuto trovare il nome della sua malattia psichica su un’enciclopedia, si è sentito meno alieno e anche meno solo”.

 

Psicoradio continuerà ad esplorare i rapporti familiari e la sofferenza psichica in una puntata prossimamente in onda, intitolata “Un papà matto”.

 

Per gli Psicoappuntamenti, fino a metà Dicembre a Parma l’azienda USL organizza una seria di incontri aperti al pubblico dal titolo “La salute della salute mentale”. Lo scopo è informare e sensibilizzare la cittadinanza rispetto al tema della salute mentale. Per informazioni si può visitare il sito: www.ausl.pr.it